Cinema delle origini. O della « cinematografia-attrazione » [Cinéma et attraction]

 

Un viaggio alle origini del cinema per confutare il tradizionale approccio storiografico che fa derivare il cinema di oggi dal cinema di ieri, secondo in continuum per cui Il viaggio nella luna di Méliès (1902) spiegherebbe in qualche modo Guerre stellari e ne rappresenterebbe l’origine. Il saggio di Gaudreault, attraverso un percorso filologico di straordinaria accuratezza, riscrive i primi tempi del cinema, sottolineando, sulla scorta del famoso convegno di Brighton del 1978, la profonda diversità esistente tra il cosiddetto cinema delle origini, o “cinematografia-attrazione” e l’istituzione cinematografica che si affermerà in seguito con tutte le regole, alle quali si è oggi abituati. Un’opera che abbina felicemente l’urgenza di sistematizzazione, anche linguistica, di una materia complessa quale è il cinema delle origini, a una puntigliosa analisi delle forme tra le quali nacque a fine Ottocento il cinematografo.

Ce contenu a été mis à jour le 23 juillet 2018 à 23 h 07 min.